Centro di residenza Lombardia

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.

INTERCETTAZIONI | MISSION | I PARTNER | TUTOR/COLLABORAZIONI | LE COMPAGNIE | GLI SPAZI | LE CALL | RESIDENZE TRAMPOLINO  

IntercettAzioni è il Centro di Residenza Artistica di Regione Lombardia e nasce nel 2018 per offrire ad artisti che lavorano in differenti ambiti disciplinari, dalla danza al teatro, dal circo contemporaneo alla musica, la possibilità di sviluppare la propria ricerca e azione creativa in spazi, tempi e modi utili a valorizzare il processo artistico con una costante apertura al confronto, sia con altri artisti sia con operatori e professionisti del settore attivi a livello territoriale, nazionale e internazionale.
 
IntercettAzioni nasce dalla sinergia tra alcune significative realtà del mondo dello spettacolo dal vivo operanti in Lombardia e sostenute dal MiBAC: il Circuito CLAPS, capofila del Centro e motore lombardo per la diffusione di danza, circo, teatro e musica, Milano Musica che promuove la ricerca musicale contemporanea, Teatro delle Moire, compagnia che cura anche la direzione del festival internazionale Danae, ZONA K centro da sempre attento al fermento underground e al teatro partecipato, Industria Scenica giovane realtà improntata a sondare i linguaggi dell’innovazione.
 
L'attività del centro di residenza è realizzata con il contributo di Regione Lombardia, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Fondazione Cariplo.



UNA RESIDENZA A MISURA DI ARTISTA

Il Centro di Residenza intende:
  • dare agli artisti un luogo dove risiedere e sperimentare nuovi percorsi, non necessariamente con una prospettiva produttiva nel breve termine;
  • offrire alle compagnie occasioni di scambio e studio con professionisti di grande esperienza;
  • proporre la possibilità di realizzare prove aperte, aprire al pubblico i materiali di studio;
--> Ogni residenza è "cucita" sulle reali esigenze della compagnia ospitata, in accordo con la fase di creazione del momento (studio, ideazione, sperimentazione, creazione, verifica tecnica, produzione, ecc.).

Per i PROGETTI TRAMPOLINO  il Centro di Residenza fornisce risorse, tecnica, tutoraggio, consulenze e visibilità.
Per le COMPAGNIE GIA' RICONOSCIUTE non offre un piano formativo, bensì una co-progettazione e co-produzione esecutiva sui site-specific.



GLI OBIETTIVI 2019

1. Sostenere esperienze creative e compositive multidisciplinari
La poliedricità dei membri e delle programmazioni artistiche permette di alternare residenze di danza, musica, circo contemporaneo e teatro fisico e dare vita a incontri tra professioni e creatività diverse.

2. Arrivare a nuovi pubblici e rendere accessibile il momento della residenza
L'apertura di alcuni momenti dei processi creativi ospitati vede la presenza di studenti di uno e più Istituti superiori del territorio, che al termine possono dialogare con l'artista.

3.Promuovere lo scambio tra pratiche artistiche performative e musicali
La danza si confronta con il video, la musica con il circo, il teatro con il movimento: la trasversalità coinvolge la modalità di creazione. L'azione è rivolta sia agli artisti che siano distanti da questo modus operandi, sia a coloro che sono già soliti integrare diverse discipline nei propri lavori.

4.Favorire gli scambi internazionali come strategia di promozione della creatività contemporanea
Agli artisti in residenza viene offerta la possibilità di incontrare tutor di grande esperienza nel settore e altri performer italiani e stranieri. Si intende promuovere lo scambio di buone pratiche e culture, relativamente alla creazione di spettacoli dal vivo.

5. Sostenere la formazione di giovani artisti attraverso la partecipazione a progetti di medio-lungo periodo
Nel mese di dicembre verrà organizzata una due giorni a Brescia, che riunirà tutti gli artisti ospitati in residenza, per un confronto e un approfondimento su materie organizzative e produttive. 

6. Collaborare con gli Istituti Superiori e le Università
Nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro, il Centro ospita studenti delle scuole superiori lombarde per un primo avvicinamento alla professione. In collaborazione con Abba Ballini e Lunardi di Brescia, ITSOS Cernusco sul Naviglio, Einstein di Monza, Ntta, Polo Scolastico Niguarda e Liceo Brera di Milano. 
Con le Università e le Accademie si lavora per un confronto continuativo con l'Università Cattolica (Milano e Brescia) per percorsi di stage; Accademia Belle Arti di Brera (Biennio Specialistico di Scenografia e Costume per lo Spettacolo, Biennio Specialistico di Nuove Tecnologie dell'Arte) per progetto Imaginometic Society; Conservatorio di Milano per progetto Stockhausen; Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi (cfr Call); Accademia Teatro alla Scala per il progetto con l'Ensemble Giorgio Bernasconi.



IntercettAzioni non prevede l'organizzazione di spettacoli, quanto la possibilità di allestire prove aperte degli artisti in residenza: momenti informali, dimostrazione dei work in progress. Solo in alcuni casi vengono convocati operatori e organizzate anteprime. Nel caso in cui la compagnia accetti la prova aperta, questa è concepita come uno spazio di incontro e scambio diretto con l'artista, che offre la sua ricerca a occhi esterni per avere primi feedback e impressioni di un lavoro in progress.





Il comunicato stampa è scaricabile qui.