Malcostume

La Compagnia Teatrale Malcostume nasce nell’estate del 2010 attorno ad un progetto di messa in  scena di un adattamento del film “L’occhio del Diavolo” di Ingmar Bergman.
“Malcostume” ovvero “abitudine alle cose immorali”, le cose immorali che spesso attraggono più  di tutte le altre. Il teatro deve avere la stessa forza attrattiva e dirompente del proibito.
Marco Bevacqua, Riccardo Cusato, Federico Martino, Antonio Panice, Gian Marco Pellecchia e  Davide Raiola, amici dai tempi del Liceo ma impegnati in esperienze artistiche differenti,  lavorano insieme alla realizzazione degli spettacoli della compagnia, dei quali sono autori,  registi ed interpreti.    Tra le esperienze in comune, corsi e laboratori tenuti dai registi Fabio Banfo e Manuel Renga, e  lo studio della commedia dell’arte con gli stessi Banfo e Renga, e con Jessica Leonello e Daniela  Visani.

Dal 2013 la compagnia Malcostume organizza e dirige la rassegna "Teatro 6” a Brescia.




La rassegna “Teatro 6” vedrà tra novembre 2016 e aprile 2017 la sua quinta edizione. Ha  luogo presso il Teatro Pavanelli in Sant’Afra, ed è organizzata dalla compagnia  Malcostume, con la partecipazione della compagnia Chronos3, del Collettivo Tereshenko,  con la collaborazione e il sostegno della Libera Accademia di Belle Arti (LABA) di Brescia,  dell’Università degli Studi di Brescia e della Fondazione ASM. Consta di sei spettacoli,  che andranno in scena il secondo lunedì e martedì di ogni mese da novembre ad aprile.  Oltre alle già citate compagnie, sono ospiti importanti realtà della scena teatrale  contemporanea (Roberto Abbiati, Alessandro Calabrese, etc). La rassegna vuole essere  fruita innanzitutto dai giovani, studenti di Istituti Superiori e Università, un pubblico  spesso non abituato a frequentare il teatro. La programmazione accosta testi originali e  riscritture di classici dai temi spiccatamente attuali.  Al momento e` in corso la quarta edizione della rassegna “Teatro 6”, nella quale si sta  confermando il buon riscontro di pubblico degli anni precedenti, con 200 abbonamenti  venduti e una presenza media di 240 spettatori per ogni messa in scena (120 spettatori a  serata).  E` intenzione degli organizzatori, anche per la quinta edizione, riproporre gli incontri  pomeridiani con le compagnie coinvolte nella rassegna, presso gli Istituti Superiori  interessati.









 

Condividi questa pagina: