Festival del Silenzio

19/02/2018
Notizie

Il Silenzio può essere comunicazione: dove le lingue sonore non esistono, i segni visivi, i gesti, le immagini acquistano importanza e permettono di comunicare.
 
Partendo da tali presupposti, Fattoria Vittadini, collettivo milanese che ha recentemente festeggiato i 10 anni di attività, organizza e promuove la 1° edizione del Festival del Silenzio, in cui verranno presentate alcune tra le più significative proposte artistiche, prospettive scientifiche, percorsi esperienziali, questioni culturali e sociali legate al tema del Silenzio. Il Festival si svolgerà dal 16 al 18 marzo 2018, a Milano, alla Fabbrica del Vapore, con la Direzione Artistica di Rita Mazza, attrice e artista nativa segnante italiana residente a Berlino, e vuole essere un luogo dove la riflessione sul silenzio diventi occasione di festa, scoperta, divertimento.

L’obiettivo è l’offerta di performance di qualità, internazionali, con un’attenzione all’accessibilità e all’inclusione, sia degli artisti sia del pubblico, a qualsiasi livello, in linea con le eccellenze dei corrispettivi festival europei, quali il Festival Clin d’Œil a Reims (FR) o il Jugendfestival Stuttgart (DE) proponendo per la prima volta in Italia performance e installazioni che utilizzano Lingue dei Segni, in un’ottica di reale integrazione e inclusione. Tutti gli spettacoli saranno all'interno della programmazione di C.L.A.P.Spettacolodalvivo.
 
Pur rimanendo focalizzato sull’arte e sulla cultura, il Festival vuole aprirsi anche a necessità culturali e sociali ritenute primarie, favorendo innanzitutto la conoscenza della LIS con attività di sensibilizzazione e pratiche di accesso base e sponsorizzando percorsi più strutturati per impararla.
Ma anche ponendo la questione politica del riconoscimento della LIS come minoranza linguistica e del riconoscimento della comunità sorda italiana come minoranza culturale con il conseguente adeguamento dei servizi alla persona e della tutela prevista dall’art. 6 della Costituzione per tutte le minoranze linguistiche.
 
Nell’ottica di una maggiore visibilità per la cultura sorda/segnante, tra gli obiettivi del Festival del Silenzio c’è anche il supporto alla produzione per un artista legato a tale cultura.
Grazie al sostegno di Fondazione Cariplo, SIAE, Regione Lombardia, Comune di Milano ed ENS (Ente Nazionale Sordi), Fattoria Vittadini ha infatti lanciato nel mese di gennaio il bando In principio era il segno, rivolto ad artisti sordi e/o udenti che si confrontino con la cultura segnante e intendano sviluppare un progetto artistico performativo.
Il Festival del Silenzio, per la sua prima edizione, ha ricevuto un prestigioso premio di rappresentanza: la MEDAGLIA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.

Per la biglietteria online, fare click qui.
 
www.festivaldelsilenzio.com
 

 
 
 
 
 
 
 
 

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.