CARONTE... AD ASTRATTI FURORI

Categoria:

Ente:

C.L.A.P.Spettacolodalvivo

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.


Vincitore Danza Urbana XL 2018
Ideazione e coreografia: Stellario Di Blasi
Interprete: Danilo Smedile
Musiche: Yamamoto Kotzuga
Una produzione: PinDoc onlus
Con il contributo di: MIBACT, REGIONE SICILIA ASSESSORATO AL TURISMO SPORT SPETTACOLO
Coprodotto da: Tersicorea
Progetto realizzato con il sostegno di Permutazioni, un coworking coreografico a cura di Casa Luft, Zerogrammi,
Fondazione Piemonte dal Vivo in collaborazione con Festival Palcoscenico Danza e Università degli Studi


“Io ero, quell’inverno, in preda ad astratti furori. Non dirò quali, non di questo mi sono messo a raccontare. Ma bisogna dica ch’erano astratti, non eroici, non vivi; furori, in qualche modo, per il genere umano perduto… Questo era il terribile: la quiete nella non speranza… Credere il genere umano perduto e non aver febbre di fare qualcosa in contrario, voglia di perdermi, ad esempio, con lui… Ero agitato da astratti furori, non nel sangue, ed ero quieto, non avevo voglia di nulla…ma mi agitavo entro di me per astratti furori”.

L’incipit di Elio Vittorini ha dato vita, in questo primo studio, al sentimento di una danza totalmente libera. Un viaggio nella memoria di un Caronte giovane e dalla ferocia non ancora raggiunta, destinato a un orrendo compito di nocchiero dell’Ade. Uno sguardo intimo, quello di questa piéce, fuori dal tempo a dalla vita attiva, in un momento confidenziale misto di consapevolezza, rassegnazione, simbolismo e vuoto interiore. Una danza della morte, in attesa di anime per adempire ai propri doveri ci svela, quegli astratti furori del girovagare solitario e, il tentativo di un risveglio interiore di fronte al malessere e al senso di inerzia e impotenza nei confronti delle sofferenze del genere umano.


STELLARIO DI BLASI 
Artista freelance, danza con la Compagnia Giovanna Velardi e in progetti con Olivier Dubois in Les memories d’un seigneur, Giovanni Scarcella, Roberto Zappalà, Contenedores de Arte. Ha collaborato con il Teatro delle Albe per il progetto della Non Scuola. Dal 2015 inizia un proprio percorso creativo sostenuto da PinDoc onlus. Nel 2014 è vincitore del bando CUNAE del Teatro Stabile Mercadante di Napoli. Nel 2015 è finalista al Premio Equilibrio Roma ed è selezionato da Anticorpi Xl per la Vetrina della Giovane Danza D’Autore. Nel 2016 è finalista per DNA Appunti Coreografici Romaeuropa Festival, nel 2017 per Cortoindanza Festival e per Shake Shake Shake – Ballet Du Nord. Nel 2018 è vincitore del Bando Permutazioni 2018, di Danza Urbana Xl ed è finalista con menzione a la danza in 1 minuto.


Spettacoli

Location Giorno Ora Ticket
Nessuna data in programmazione per questo spettacolo