Nella stanza di max

Categoria:

Ente:

Eccentrici Dadarò

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.

NELLA STANZA DI MAX


Una creazione BàBu Teatro Danza
Con Francesco Manenti, Daina Pignatti, Elisabetta di Terlizzi, Laura Tondelli
Costumi Laura Pennisi e OroNero Creazioni Modena
Oggetti di scena Francesco Manenti
Le voci dei mostri Olgaproduzioni
Con il sostegno di Unicef Bologna
In collaborazione con Sosta Palmizi Artisti associati e Associazione Ca’ Rossa
Con il contributo del Comune di Bologna
Durata circa 45 minuti
Età: dai 5 anni

Max è un bambino come tanti, alto così, coi capelli così e gli occhi così. Indossa una coda e orecchie da lupo. Costruisce, smonta, crea, salta e gioca rumorosamente.
La mamma lo richiama, ma lui continua con gran fracasso. Finchè la mamma, stufa di non essere ascoltata, sgrida Max e lo manda a letto senza cena.
Ora Max è solo, nella sua cameretta. Le ombre dei mobili sembrano strane creature sempre più reali e minacciose. Assomigliano ora ad animali ora ad alberi che crescono e crescono fino a trasformare la stanza in una foresta, poi in un mare affascinante ed insidioso.
Dopo avere lungamente navigato, Max raggiunge un’isola abitata da strane creature selvagge.
Max affronta quei “mostri” fissandoli dritto nei loro occhi gialli.
Dopo avere giocato, danzato ed essere diventato re delle creature selvagge, Max sente una grande nostalgia di casa. Un buon profumino lo guida a ritroso fino alla sua stanzetta dove troverà ad attenderlo un buon piatto di minestra calda.

Lo spettacolo si ispira all’opera di Maurice Sendak e affronta temi riconducibili ai diritti dei bambini e dell’adolescente così come declinati nella Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza.


Spettacoli

Location Giorno Ora Ticket
Nessuna data in programmazione per questo spettacolo