Obiettivo sulla guerra

Categoria:

Ente:

C.L.A.P.Spettacolodalvivo

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.


Voci Alberto Baldrighi, Marcello Zane, Daniele Squassina
Fotografie Didier Lefèvre
Pianoforte Alberto Rainucci


Didier Lefèvre, fotografo, Emmanuel Guibert, fumettista: dalla loro collaborazione nascono un fumetto in cui le fotografie sono accostate al disegno e un libro in cui sono raccolte le loro conversazioni.
Questa sera sul palco due attori dialogano leggendo un testo composto dalle frasi pronunciate da Guibert e Lefèvre durante i loro incontri; uno scambio di battute costruito accostando parti selezionate tra i numerosi dialoghi raccolti nel libro Conversazioni con il fotografo, a battute tratte dal fumetto Il fotografo, in cui Lefèvre racconta in modo specifico la sua esperienza in Afghanistan. Lefèvre racconta e fotografa la guerra, fotografa le persone che si trovano accanto a lui e con cui condivide quotidianità e paure, mostra con immagini e parole cosa sia la guerra vista da sotto le bombe e tra chi ne subisce le conseguenze. Il dialogo, accompagnato dallo scorrere delle immagini e intervallato da esecuzioni musicali, punta quasi letteralmente l’obiettivo sulla parte più interna e nascosta dei conflitti e termina con una riflessione più intima sul ruolo di ognuno di fronte alla tragedia della guerra, delle guerre al di là del loro contesto. Le immagini che scorrono rappresentano la guerra vista dal punto di vista del fotografo che la sta raccontando, che ha vissuto il momento di quegli scatti. Tra le tante fotografie fatte da Lefèvre saranno proiettate parte di quelle relative all’Afghanistan, scattate in anni e luoghi diversi.

Le musiche per pianoforte solo sono state scelte sia come documento storico, la Berceuse Héroique composta da Debussy durante la prima guerra mondiale, sia da un punto di vista di impatto emotivo: la visionarietà incendiaria di Verse la Flamme di Scriabin, la malinconica dolcezza del Notturno in do# minore di Chopin, il ritmo nervoso e incisivo di Masques di Debussy fino allo scorrere fluviale dell’Improvviso in sol bemolle maggiore di Schubert, che chiude con un moto di speranza verso una desiderata pace universale.


Spettacoli

Location Giorno Ora Ticket
Nessuna data in programmazione per questo spettacolo