Il Novecento e le scoperte del passato

Categoria:

Ente:

Teatro dei Navigli

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.

Orchestra Conservatorio G. Verdi di Milano

Igor Stravinskij (1882 - 1971)
Pulcinella, suite da concerto
Seconda parte del programma da definire

Continua la proficua collaborazione con il Conservatorio G. Verdi di Milano che in questa produzione ci propone un’incursione nelle svolte neoclassiche del novecento russo, il periodo delle scoperte del passato che Stravinskij definiva “avventure amorose”. Pulcinella fu la prima di molte in quella direzione. L’opera nasce come balletto con un canto in un atto, da cui Stravinskij trasse nel 1922 una suite da concerto composta da otto numeri dei diciotto originari. In essi le voci sono sostituite dagli strumenti, e ciò accresce la genialità di questa singolare rivisitazione del Settecento napoletano, una delle pietre miliari di questo periodo. Per la prima volta, rifacendosi ad un materiale proveniente dal passato (nel nome del massimo rappresentante della scuola napoletana, Giovanni Battista Pergolesi), Stravinskij stabiliva un rapporto tra avanguardia e tradizione, per risuonare come voci immediate del presente, con i trattI della modernità. L’Orchestra Sinfonica del Conservatorio, costituita da studenti ed ex-studenti, è impegnata in diverse produzioni annue, è diretta da artisti di fama e tutti ex allievi del prestigioso Istituto Milanese.
 
 
solista, vincitore del Concorso interno del Conservatorio
Orchestra del Conservatorio “G. Verdi” di Milano
 
 


Spettacoli

Location Giorno Ora Ticket
Nessuna data in programmazione per questo spettacolo