La Sirenetta

Categoria:

Ente:

Viandanti Teatranti

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.

Produzione Eco di fondo  in coproduzione con Campo Teatrale
Sostenuta nell’ambito del progetto NEXT 2015 e NEXT 2016/17 – Regione Lombardia
con il patrocinio di Amnesty International Italia e EveryOne group
Selezione inbox 2018
regia Giacomo Ferraù con la collaborazione registica di Arturo Cirillo
drammaturgia Giacomo Ferraù e Giulia Viana con la collaborazione della compagnia
con Riccardo Buffonini, Giacomo Ferraù, Libero Stelluti, Giulia Viana
assistenti alla regia Piera Mungiguerra, Simon Waldvogel e Michele Basile
disegno luci Giuliano Almerighi
coordinamento coreografico Riccardo Olivier
progetto video Riccardo Calamandrei


Il commovente e poetico “La Sirenetta” prende spunto dalle lettere di ragazzi adolescenti che hanno deciso di togliersi la vita perché non si sentivano accettati per la propria sessualità. Diversi dagli altri, emarginati a casa, a scuola, dagli amici, questi giovani vivono come sirene relegate in fondo al mare, sofferenti per il loro essere a metà.  
In scena, ispirandosi alla celebre fiaba di Andersen riletta come metafora dell’identità sessuale, la Sirenetta, un’adolescente che per un gesto d’amore rinuncia alla sua stessa essenza (la sua coda) nel disperato tentativo di essere accettata, nel disperato tentativo di essere amata. Come tanti adolescenti che hanno rinunciato alla loro voce per chissà quanto tempo.
Sul palco gli attori si muovono tra giochi d’ombre e voci fuori campo alternando momenti drammatici ad un sapiente uso dell’ironia, mantenendo sempre una gran delicatezza di fondo per raccontarci un tema di grande attualità, drammaticità e per inviarci a riflettere. “La Sirenetta” obbliga a riflettere sull’amore, quello più difficile, quello verso sé stessi ed il corpo che si abita.

“C’è un istante in cui tutti noi siamo uguali e indefiniti, senza distinzione di sesso e di genere. È da qui che parte tutto. In questo momento pronuncio i miei confini. testa, braccia e coda.”
La commissione Patrocini Amnesty International Italia ha concesso il patrocinio allo spettacolo per aver affrontato in modo incisivo il tema della diversità, rappresentando pienamente il valore del rispetto per tutti.” Riccardo Noury – portavoce Amnesty International Italia






 


Spettacoli

Location Giorno Ora Ticket
Nessuna data in programmazione per questo spettacolo