CLOC

Categoria:

Ente:

C.L.A.P.Spettacolodalvivo

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.

idea, messinscena, scene e interpretazione Jérôme Helfenstein e Maxime Delforges
luci Claire Villard
paesaggio sonoro Marc Arrigoni
musiche Julien Kievitch
costumi Olivia Ledoux, Lison Frantz
macchine sceniche Didier Innocente
sguardo esterno Fabien Palin
diffusione Geneviève Clavelin
amministrazione Muriel Pierre
produzione Cie 32 Novembre
residenze  Bonlieu Scène Nationale d'Annecy, Les Subsistances Lyon, Théâtre Renoir Crangevrier, Ecole de cirque du Parmelan, Annecy, Ville de Chamonix, Espace culturel Amphibia les 2 Alpes, Théâtre St Jean La motte Servolex
con il sostegno di Ville d'Annecy e Conseil régional Rhône Alpes


CloC è una pièce per due maghi che intende esplorare il breve istante nel quale il tempo si ferma, in cui questo mondo costruito pazientemente nella maestria crolla… per reinventarsi al meglio.  Si svolge con una nuova forma di magia, che sfida le leggi della fisica e porta il piano del reale su un nuovo livello.
Questo progetto nasce dall’incontro di due artisti visivi, Maxime Delforges e Jérôme Helfenstein. Affascinati dai loro mondi reciproci, presto iniziano a desiderarne uno comune. Formati alle tecniche dell'illusionismo, alle arti visive (giocoleria, danza, teatro gestuale, ombre) e appassionati dall’universo dello spettacolo dal vivo e dell'arte contemporanea in tutte le sue forme, creano l'idea di una performance innovativa, mescolando nuovo circo, nuova magia e creazione plastica: CloC.
 
“Clock” senza la “K”, come un vuoto all’origine del problema. Questa nozione temporale è il filo conduttore della pièce, che racconta i guai di due individui spaesati da una vita quotidiana dal sapore surrealista e intrappolata dalla routine e dal tempo che passa. Nella pretesa di stare al passo con le ore, i due rimangono attoniti e piombano in un mondo fatto di illusioni… fino a quando non tornano alla realtà e riescono a dominarla.  Una verità distorta a favore di un mondo assurdo e confuso, che flirta con lo strano e l'incongruo, in una realtà fragile ed effimera in cui coesistono oggetti retrò e interni multiformi.
L'apparente monotonia della vita quotidiana dei personaggi scompare per lasciare il posto a un caos estetico, a volte poetico, dove follia e immaginazione coesistono in un "tempo" che sfugge.


Spettacoli

Location Giorno Ora Ticket
Teatro Franco Parenti - Milano (MI) 13/05/2019 21:00 Acquista biglietti