Armida Metafore rossiniane

Categoria:

Ente:

Piccolo Teatro Martesana

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.

IDEA E REGIA DAVIDE MARIANI
Industria Scenica
CON CRISTINA D’ANIELLO, RICCARDO CAMPORINI, MAURIZIO CATTANEO, ILARIA COMINELLI, LORENZO SCARSELLINI, LAURA TRAINA, ILARIA RUOTOLO
SOPRANO ELEONORA COLACI, PIANOFORTE BEATRICE TURRA
TRUCCO LUISA MERONI
DRAMMATURGIA ETTORE RADICE
COSTUMI FRANCESCA FOSSATI


Nel 1817 Rossini compone Armida opera con il libretto di Giovanni Schmidt. La fonte è la Gerusalemme liberata di Torquato Tasso (1575) dove la figura della maga musulmana e del suo amato, il crociato Rinaldo, fanno la loro prima apparizione.

L’Armida di Tasso incarna la femme fatale che, con calcolata freddezza, utilizza la sua bellezza e le sue arti magiche per sedurre e ammaliare i valorosi guerrieri cristiani. Si innamora di Rinaldo ma si accorge dei sentimenti che prova per lui solo dopo averlo perso.

In Rossini, invece, Armida è, sotto certi aspetti, la rappresentazione stessa dell’ “amore”. In questa versione i protagonisti si sono già conosciuti e amati e, quando Armida, chiamata a Gerusalemme a combattere i crociati rivede Rinaldo, rivive una tormentata passione. Per salvare l’amato, condannato a morte dai suoi stessi compagni, Armida non esita a rapirlo e  ad abbandonare ogni progetto per ritirarsi con lui sull’ Isola dei piaceri. Ricondotto alla ragione e alla “guerra santa” dai compagni, Rinaldo abbandona Armida suscitando la sua disperazione e la sua vendetta. 

 


Spettacoli

Location Giorno Ora Ticket
Nessuna data in programmazione per questo spettacolo