Alma#1

Categoria:

Ente:

Teatro delle Moire

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.

ALMA#1

Drammaturgia e interpretazione: Lorenzo Piccolo
Regia: Nina’s Drag Queens
si ringrazia: Daria Deflorian
con il sostegno di: Progetto Open It nell’ambito del progetto fUNDER 35
co-produzione: Danae Festival
residenza artistica: Officina LachesiLAB    

Sola in scena coi suoi fantasmi, una donna che donna non è, divisa tra l’amore e il disamore, tra la tragedia e la farsa, tra le grandi muse e le piccole massaie.
Tenuta in vita da un filo sottile, il filo di un telefono.
Lo spettacolo è un monologo/melologo per drag queen solista. Prende le mosse da“La voce umana” di Jean Cocteau, ma anche da un fatto realmente accaduto. La bella e volubile Alma Mahler, musa di tanti artisti del novecento, ebbe una tormentata relazione con il pittore Oscar Kokoschka. Questi, da lei abbandonato, ne fece costruire una bambola a grandezza naturale. Visse con la bambola, la ritrasse, le assegnò una cameriera, la portò in pubblico, finché un giorno, ubriaco, decise di dare un epilogo tragico alla vicenda. Un amore assurdo, violento, epico.

Due artisti che tentano di fermare un’immagine femminile, di dare forma a una donna fittizia: in un caso Cocteau nello scrivere il suo atto unico, nell’altro Kokoschka che cerca di ricavare un oggetto d’arte dalla sua, vera o immaginaria, follia d’amore. E poi c’è un attore maschio che interpreta un personaggio femminile, o meglio che lo cerca, che lo attraversa, che lo perde e lo ritrova in continuazione. La ricerca di Alma, o dell’amore, o della forma perfetta per la rappresentazione di una donna, allora, vanno di pari passo, si sovrappongono, si intrecciano, dialogano tra loro.
 
Officina LachesiLAB è un progetto di formazione, residenza artistica e prove aperte al pubblico a cura di Teatro delle Moire. Ogni anno una piccola rosa di artisti avrà un sostegno nella realizzazione di nuove opere, attraverso la messa a disposizione dell’atelier creativo LachesiLAB, l’incontro con altri artisti e la condivisione del processo artistico in rappresentazioni aperte al pubblico.
 
La compagnia Nina’s Drag Queens è composta da attori e danzatori che hanno trovato nel personaggio drag queen la chiave espressiva per portare avanti la loro idea di teatro. Nasce nel 2007 a Milano, presso il Teatro Ringhiera da un’idea di Fabio Chiesa, sotto la direzione artistica di Francesco Micheli. Partendo dal genere della rivista e dell’happening performativo, le Nina’s Drag Queens sono approdate sempre più a uno specifico teatrale, spostando parte della loro ricerca sulla rivisitazione di grandi classici: il primo esperimento in questo senso è “Il Giardino delle Ciliegie” rilettura en travesti del capolavoro di Cechov, seguito da “DragPennyOpera”, a partire da “The Beggar’s Opera” di John Gay, che ha debuttato a novembre 2015 al teatro Elfo Puccini di Milano.
 

 


Spettacoli

Location Giorno Ora Ticket
Nessuna data in programmazione per questo spettacolo