Geografie dell'istante

Categoria:

Ente:

Teatro Libero

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.

GEOGRAFIE DELL'ISTANTE

“tempo carnale
coglie interno
improvvisamente me”
M.P.
 
Concept-Coreografia: Manfredi Perego
Danza: Chiara Montalbani – Gioia Maria Morisco
Produzione: TIR danza - MP.ideograms
 
D'istinto dico che l'istante è la frazione minima temporale che attiva il tempo dell'anima, della coscienza.
Basta un istante; un breve attimo di una cosa che notiamo, o ci permettiamo di notare, che una reazione nel corpo avviene; questa risuona all'interno di una mappa fisico-emotiva che risiede dentro noi, genera energie, stimola percezioni.
L'istante si muove tra le fratture di un tempo ordinato, coglie scuote, pizzica la geografia dell'anima.
 
Muta il corpo in funzione di quello che è stato. Attiva il corpo nel momento e costruisce una memoria che sarà possibile richiamare o ritrovare in caso venga stimolata.
Si aprono gli occhi, si respira, agiscono impulsi, brevemente azzanna un tempo normale, riattiva il paesaggio emotivo e muscolare. Reazioni, forti, sottili, impreviste, intime non cronologiche.
Geografia dell'istante, da fuori a dentro, da dentro a fuori, senza nascondere la capacità di cogliere, essere fragili e permeabili... attivi.
È sufficiente un rumore, un respiro, un passo, un contatto, una luce, un vento, un’onda, un’ immagine... basta poco per attivarci, è sufficiente ascoltare.
Il corpo, la sua capacità di sviluppo della reazione è al centro di questa indagine, un corpo che è sempre unito a mente e sensazioni; un corpo destinato a mutare, trasformare, attivare percezioni primitive e gestualità fini, una espressione sempre mirata a sopravvivere al momento, brevi quieti percorsi vengono frammentati dall'istante, forse anche dal dubbio che questo insinua.
 
Geografie dell'istante è un lavoro pensato per due danzatrici, della durata tra i 30 ed i 40 minuti.
 
  
MANFREDI PEREGO
Pratica sport e arti marziali sino all’incontro con la danza contemporanea. Nel 2002 è borsista presso l’Accademia Isola Danza diretta da Carolyn Carlson. Consegue in seguito la  laurea in scenografia all’Accademia di Belle Arti di Bologna con una tesi sull’improvvisazione nella danza. Dal 2004 al 2014 lavora in compagnie di teatro-danza e danza contemporanea in Svizzera, Spagna, Germania e Italia, tra cui Simona Bertozzi, Damian Munoz.
 
Negli ultimi due anni riprende attivamente lo studio delle arti marziali, tra cui, Tai-chi e brasilian-ju-ji-tsu. È interessato a cogliere e trasformare alcuni tratti degli sport praticati in elementi attivi della propria ricerca coreografica.
Pratica ed insegna Contact Improvisation ed è docente di danza contemporanea presso diverse scuole private italiane ed estere tenendo corsi anche per ragazzi diversamente abili.
 
Nel 2013 intraprende il primo progetto personale di movement research che lo vede indagare sul recupero di un movimento istintivo. Da qui approfondisce alcune intuizioni poetiche: un movimento primitivo/poetico che fa riferimento a una scrittura per immagini in cui si intrecciano segno, spazio e grafie in movimento.
Nel 2014 vince Premio Equilibrio con il solo Grafiche del silenzio, nel 2015 debutta al Festival Equilibrio con Dei crinali, sempre lo stesso anno debutta con Horizon alla Vetrina della Giovane danza d'autore di Ravenna.
Tiene workshop di movement research in Italia ed all'estero, tra cui Trinity Laban college, Balletto di Toscana.
Dal 2015 Manfredi Perego è sostenuto da TIR Danza.
 
 
 


Spettacoli

Location Giorno Ora Ticket
Teatro Libero - Milano (MI) 21/05/2018 21:00
Teatro Libero - Milano (MI) 22/05/2018 21:00