Lost in translation

Categoria:

Ente:

Industria Scenica

Condividi questa pagina:

Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto.

How to learn English in 58 minutes
Regia: Marcello Chiarenza
Di: Marcello Chiarenza
Con: Carlo Maria Rossi 
Autore musicale: Carlo Cialdo Capelli



Questo spettacolo nasce dall’esperienza teatrale vissuta con la compagnia “Lyngo” che, a partire dal 2010, ha prodotto tre spettacoli: Room in the sky, Snow Play e Knick knack & Doodad. La collaborazione, in tutt’e tre i casi, ha visto come autore e regista Marcello Chiarenza e come autore musicale Carlo Cialdo Capelli. La compagnia si è esibita in Inghilterra, Scozia ed Irlanda ed ha avuto un notevole successo al festival di Edimburgo nell’estate del 2012.

Attraverso una cornice che funge di volta in volta da porta, metal detector, marciapiede, isola deserta, natante, specchio etc., il pubblico viene introdotto in un’avventura in cui due personaggi rivivono in diretta le concitate fasi della costruzione di uno spettacolo in lingua inglese.
Mr. Lynch, attore scozzese, sta aspettando l’arrivo del collaboratore scelto dall’agenzia teatrale, il misterioso mr. Rossi, di cui conosce solo il nome.  Grande è la sua sorpresa e il disappunto quando scopre che costui non solo non sa nulla dello spettacolo che dovrà recitare ma, per di più,  conosce a malapena qualche parola di inglese. Grazie anche all’aiuto dei ragazzi però mr. Lynch riuscirà nel titanico compito di far apprendere al collega il testo inglese e gli elementi scenici che compongono l’opera teatrale.

Lo spettacolo avrà luogo nonostante la dabbenaggine di mr. Rossi e soprattutto grazie alla collaborazione del giovane pubblico in veste, in questo caso, di vero e proprio drama teacher.

Nell’urgenza derivante dalla necessità di mettere in scena una storia misteriosa emergono i caratteri dei due personaggi ed il rapporto che si instaura tra di essi ed il pubblico, chiamato ad una fattiva collaborazione perché lo spettacolo abbia luogo. Il tema della relazione con un altro sconosciuto, con una lingua sconosciuta, l’avventura e la scoperta di una storia che man mano viene alla luce: è questo il nucleo dello spettacolo e al tempo stesso il suo stile. La regia, la scrittura scenica e le geniali trovate scenografiche di M. Chiarenza forniscono molto più che un supporto al gioco dei due attori, essendo parte integrante ed anzi inspirazione continua all’invenzione teatrale. Più che secondo una vera e propria trama, la storia si dipana come una specie di gioco di scatole cinesi, disegnando una situazione teatrale molteplice ed in fase di continua evoluzione.  Una clownerie poetica si potrebbe definire questo modo di lavorare in teatro, in cui anche  la luce (e le ombre!), gli oggetti e gli effetti sonori acquistano dignità di veri e propri personaggi, generando divertimento e coinvolgimento. 

Non solo uno spettacolo in inglese, ma un’esperienza che sintetizza con efficacia estetica l’avventura di entrare in una lingua. Il metodo è quello dell’esperienza, dell’incontro, dell’identificazione: un metodo prezioso per chi impara e per chi insegna.
I ragazzi si identificano con Mr Rossi e al tempo stesso sono direttamente coinvolti per aiutarlo a sbrogliare la matassa della storia attraverso gesti, parole e canzoni. La fusione dei linguaggi - corporeo, verbale, musicale e figurativo – e l’originalità dello stile portano a sviluppare nello spazio breve di un palco e di un’ora un percorso esemplare che potrà poi essere ripreso.








 


Spettacoli

Location Giorno Ora Ticket
Nessuna data in programmazione per questo spettacolo